Scatolina vetterli.....

scatole e imballaggi

Avatar utente
axel1899
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 875
Iscritto il: 03/03/2006, 18:51
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Lombardia

Re: Scatolina vetterli.....

Messaggio da axel1899 »

Guarda, credo di conoscere i vari modelli di fucili e moschetti Vetterli, ed incidentalmente di averne anche qualcuno, così come credo di avere anche qualche pacchetto di cartucce 10,4x47R ordinarie e non , e di averne anche postati un po' , in passato.
La domanda a questo punto sarebbe: a Tuo avviso come capiva il singolo fantaccino che cartucce ordinarie conteneva un pacchetto, senza aprirlo ? Non certo dall'anno, visto che le cartucce m° '70 sono state prodotte ben oltre l'anno 1890 .... Credi sia un caso se nei tanti pacchetti marcati M° 1870, anche se (ad esempio) del 1900 Io ho trovato cartucce m°70 (con marcature coerenti con la scatola per anno e pirotecnico) mentre nei pochissimi pacchetti che ho marcati " M- 1870 M° 70/87 " ho trovato cartucce modello 1890 ?

Tra l'altro non credo sia neppure un caso se il modello non del fucile/moschetto , ma della tipologia di caricamento (m° 1870 oppure M° 1890 ) lo si rinviene invece solo sulle " non ordinarie " tipo ad esempio le metraglia....
Avatar utente
norby73
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 314
Iscritto il: 22/04/2005, 18:35
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: Scatolina vetterli.....

Messaggio da norby73 »

Da sempre le scatole di munizioni riportano il modello di arma in cui vanno sparate e non il modello della cartuccia quando questo esiste (che il più delle volte non è riportato nemmeno sui disegni costruttivi).
12 a spillo - "Cartucce per Pistole Revolvers 1862"
mod. 1870 - cartucce ordinarie per tutti i Vetterli
mod. 1870/87 - cartucce ordinarie tutti i Vetterli dopo la modifica Vitali (solo le scatole SMI del 1916 realizzate verosimilmente per un contratto destinato alla Russia riportano la dicitura "Mod. 1890")
mod. 1874 - cartucce Ordinanza Italiana per pistola a rotazione mod. 1874
mod. 1874-89 - cartucce Ordinanza Italiana dopo l'adozione della pistola a rotazione 1889 (solo nel 1942 le scatole riportano la stranissima dicitura "Pallottola M. 90-99)
7,63 Mauser - le scatole riportano la scritta "per pistola autom. mod. 1899"
9 Glisenti - le scatole riportano mod. 1910 riferito alla pistola semiautomatica Glisenti adottata quell'anno, nel 1917-1918 appaiono scatole da 25 colpi "per mitragliatrice" con la dicitura mod. 1910-1915, molto probabilmente riferito alla pistola mitragliatrice FIAT mod. 1915 detta Villar-Perosa perché della cartuccia ordinaria 9 Glisenti, attualmente, ne è conosciuto un solo modello (esiste una cartuccia perforante e una relazione sulla stessa nella Storia dell'Artiglieria ma non si sono mai rinvenute scatole ne disegni di riferimento), le modifiche apportate alla cartuccia furono marginalissime - materiali diversi per le palle e inserimento della borra (1916) diversa inclinazione dei fori di vampa (1936) - non diedero vita a nuovi modelli in quanto realizzati per risoluzione di problemi produttivi o funzionali (borra) e non cambiarono nulla dei principali parametri.
Nel loro libro "Gli artigli delle aquile" Capellano-Di Martino-Marcuzzo citano la borra come mezzo per avere una "cartuccia più potente" ma ciò non corrisponde alla realtà, la borra, avendo lo stesso diametro della palla, non serve per quel motivo difatti la pressione interna non cambia, serve solo per tenere pressata la pochissima polvere della nostra spompata cal. 9 (occupava solo il 33% dello spazio interno disponibile) contro i fori di vampa, il tutto per non avere accensioni ritardate e canne intasate da palle spinte solo dall'innesco sopratutto quando si sparava verso il basso.
Solo con l'avvento del 6,5 si scrisse sulle scatole il modello di cartuccia ordinaria, mod. 1891 fino al 1895 e 1891-95 da quell'anno. Ma la differenza si ferma qui, al 1895.
Axel ti rigiro la domanda
ma a tuo avviso il singolo fantaccino aveva bisogno di sapere cosa conteneva la scatola di cartucce ordinarie o doveva avere l'assoluta certezza in quale arma poteva spararle?
Avatar utente
axel1899
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 875
Iscritto il: 03/03/2006, 18:51
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Lombardia

Re: Scatolina vetterli.....

Messaggio da axel1899 »

Come spieghi allora la coesistenza, nei pacchetti di cartucce prodotte dal 1890 , di pacchetti riportanti solo M° 1870 " con pacchetti invece riportanti " M° 1870 e M° '70/90 " ?
Io con il " M° 1870 e M° '70/90 " ne ho visti, avuti ed ho solo fasciati in carta sull'arancione e contenenti solo cartucce M° '90 , mentre con la scritta " M° 1870 " ne ho visti, avuti ed ho solo fasciati in carta color grigiastra e solo contenenti cartucce M° 70 ... Un caso ? Perdonami ma non credo proprio. A mio avviso dato che la dicitura " M° 1870 " alla fine identificava sia le armi sia la prima cartuccia adottata, dopo il 1890 si decise di mantenerla comunque sui pacchetti contenenti cartucce M° 70 facendole così assumere questo significato, ad abundantiam non ritenendo sufficiente il cambio di colore dei pacchetti. (e ciò non contrasta affatto
con quanto Tu scrivi sopra, riguardo al fatto che i pacchetti di ordinarie riportano i modelli di armi e non di cartucce)
Ne' mi pare abbia fondamento la tesi che alcuno avesse bisogno di conoscere il contenuto di un pacchetto , visto che sui pacchetti ci si dava perfino la briga di stampigliare il materiale del bossolo, se alleggerito, e perfino se montante un'innesco tipo Roth ....

Ha scritto dopo 2 minuti 35 secondi:
P.s. sulle cartucce , e sulle confezioni di cartucce 9 Glisenti il discorso è molto più ampio, come immagino Tu sappia....

Ha scritto dopo 5 minuti 23 secondi:
P.p.s. ma Tu invece hai mai trovato un pacchetto sigillato con stampato " M° 1870 e M° '70/90 " contenente cartucce M° 70 ? o viceversa un pacchetto marcato " M° 1870 " contenente cartucce mod. 90 ?
Avatar utente
norby73
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 314
Iscritto il: 22/04/2005, 18:35
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: Scatolina vetterli.....

Messaggio da norby73 »

Partiamo dall'inizio e cerchiamo di fare chiarezza una volta per tutte, dalle "Istruzioni sulle munizioni" del 1913 tratto dal Carcano al Fal, quindi ben oltre la data di dismissione
20200709_200742_resized.jpg
qualcuno per caso vede la dicitura M. 1870 o M. 70 riferita alla cartuccia......
quindi quella che noi chiamiamo Vetterli mod. 70 o mod. 1970 è una convenzione che abbiamo inventato noi collezionisti, nella realtà questo modello non esiste, ma per produttori e utilizzatori, si chiama "cartuccia a pallottola per armi M. 70 e M. 70-87"

20200709_201349.jpg
dalla pagina seguente sappiamo che esiste invece una cartuccia ordinaria Vetterli M. 90 (quella con il fondello trapezoidale) però sfido chiunque a mostrare una scatola di cartucce ordinarie con la scritta M. 90
spero di essere stato esauriente, le scritte si riferiscono alle armi che le sparano

Le varie diciture sulle scatole, O per ottone, OA per ottone alleggerito, servivano solo al personale addetto al magazzinaggio al fantaccino non interessava nulla se il bossolo era di ottone, tombacco o alleggerito, o se aveva l'innesco boxer o berdan, doveva solo infilarlo, chiudere l'otturatore e tirare il grilletto - nel 1890 la percentuale di analfabetismo sfiorava l'80% della popolazione quindi lascio immaginare.....

Ha scritto dopo 1 giorno 11 ore 47 minuti 48 secondi:
quindi quella che noi chiamiamo Vetterli mod. 70 o mod. 1970
mod. 1870 naturalmente - errore di battitura
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Rispondi