1000 libbre

La bibbia delle bombe d'aereo

davide

Re: 1000 libbre

Messaggio da davide »

Si', gli USA disponevano delle seguenti bombe d'aereo GP (impiego generico=dirompenti): 250 lb, 300 lb, 500, lb 1.000 lb, 2.000 lb. Una libbra: 0,45359 kg. le più usate dai bombardieri in quota erano le 300 e 500 lb. poi vi erano quelle "speciali".
Di contro i britannici utilizzavano molto, come bomba "leggera"a 500 lb (che fortunaytìtamente disponeva di spolette difettose, ed una su tre non esplodeva). Utilizzavano molto, per i bombardamenti sulle città, bombe di bem maggiore peseo, arrivando anche delle block buster (spianaisolati), il cui peso arrivava alle 12.000 lb...
Avatar utente
TELLER67
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 239
Iscritto il: 27/01/2009, 21:50
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Venezia

Re:

Messaggio da TELLER67 »

Centerfire ha scritto: Dopo la disattivazione occoreva un bel pò di lavoro per estrarre l'esplosivo che in genere era "colato" dentro liquido....
Ciao, Centerfire, non hai idea di quello che significava disattivare una bomba d'aereo.
Fino a pochi anni fa, quando le normative proibivano di togliere le spolette finchè la bomba era carica (con spolette a funzionamento differito chimico era un altro discorso) era necessario praticare un foro con l'acido nitrico nella "pancia" della bomba. Allora si usava un bollitore con una caldaia anche a legna in alcuni casi, per scaldare l'acido, e una campana di alluminio da applicare sulla bomba con guarnizioni e stucco, in maniera che non perdesse. Una volta forata la corazza (l'acido ovviamente non reagiva con l'esplosivo, se no il gioco durava poco...), per cui qualche ora dopo, si procedeva alla lisciviatura dell'esplosivo con idropulitrice o la famosa caldaia a legna.
Solo dopo aver sciolto la maggior parte dell'esplosivo e soprattutto attorno alle spolette si provvedeva alla loro rimozione, in maniera che, nel mlaugurato caso che scoppiassero, non avrebbero potuto trasmettere l'urto esplosivo al resto della carica, non essendone più a contatto.
Ma il lavoro non era finito. Le bombe d'aereo americane avevano una particolarità in più. Nella loro costruzione, una volta riempite di esplosivo e avvitato il fondello posteriore si provvedeva a martellare due perni all'interno della bomba dimodoche (fine, eh?) l'esplosivo stesso facesse resistenza ad eventuali tentativi di "apertura", per cui finchè non era stato sciolto quasi tutto l'esplosivo dal fondello, l'operazione si rivelava decisamente ardua.
Poi, una volta aperta, la bomba si poteva svuotare dall'esplosivo residuo anche con una pala o attrezzo similare.
Parlo di pala tranquillamente e prego gli amici del forum di non scandalizzarsi. So perfettamente che esistono degli esplosivi particolarmente incazzosi se li strofini, tipo l'acido picrico, ma stiamo parlando di esplosivi standard alleati della seconda guerra mondiale. Nel caricamento di bombe d'aereo non mettevano roba del genere, ma TNT, Amatolo o Compound B (miscela di TNT e T4), perciò stabili anche se potenti.
Ma la cosa molto fastidiosa, ancorchè il tempo lunghissimo per queste operazioni, era il forte puzzo di urina che aleggiava nella zona quando si scaricava una bomba caricata ad amatolo (a causa dell'ammoniaca contenuta). Immagina una 1000 libbre che contiene circa 240 kg di quella roba e la devi sciogliere quasi tutta con l'idropulitrice e deve uscire da un foro di 7-8 cm di diametro, sai quanto ci vuole? Ti tocca stare in un enorme pisciatoio per ore ed ore.

Negli ultimi anni invece sembra si siano accorti che le spolette dalle bombe si possono togliere anche se queste sono cariche (sempre discorso a parte per quelle a funzionamento differito chimico), per cui si procede praticamente sempre con il brillamento dell'ordigno: rimuovono le spolette, caricano la bomba su un camion, la portano in una cava fuori da centri abitati e, dentro una buca fanno bum! Così hanno più che dimezzato i tempi e i disagi per la popolazione.

Sempre a disposizione delucidazioni.
Ciao
ermanno
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 744
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 24 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: 1000 libbre

Messaggio da EOD ITALIANO »

Scusate il "ritardo", leggendo i vari post, ho notato un po' di confusione riguardo alle tipologie di bombe d'aereo USA, secondo il periodo preso in esame gli statunitensi avevano bombe d'aereo della serie "M"e "Mark", della seria "AN-M" e della serie "AN-M GP", con l'unificazione delle tipologie di bombe d'aereo fra la marina e l'esercito statunitense nel 1941, dalla serie "M" dell'esercito e serie "Mark" della marina si passò alla serie AN-M, i pesi delle bombe d'aereo della marina serie "Mark" erano i seguenti : Mk I - Mk IV 100 libbre; Mk III - Mk XII 500 libbre; Mk III - Mk V - Mk IX - Mk XIII da 1000 libbre ; e la Mk XXXVI di profondità da 1000 libbre; i pesi dell bombe d'areo dell'esercito erano i seguenti : M30 100 libbre; M31 300 libbre; M32 600 libbre; M33 1100 libbre; M34 2000 libbre; in marina la tipologia di bombe menzionata erano chiamate "a uso generale" (GP-Generale Pourpouse), mentre nell'esercito da "DEMOLIZIONE", dal 1942 con l'unificazione delle tipologia di bombe si passò alla serie AN-M che comprendeva i seguenti pesi e modelli : AN-M30 100 libbre; AN-M57 250 libbre; AN-M43 500 libbre; AN-M44 1000 libbre; AN-M34 2000 libbre; a differenza della serie "M" e "Mark, in alcuni fondelli vennero messi dei piolini (NON INSERITI SUCCESSIVAMENTE) che venivano annegati nell'esplosivo per evitare di smontare i fondelli cui era montata la spoletta, successivamente per alcune tipologie di bombe, si passo alla serie AN-M GP, questo per avere la possibilità di montare su questa tipologia di bombe anche le spolette idrostatiche, in quanto l'adattatore della serie AN-M era più stretto e non potevano essere montate, le bombe d'aereo della serie AN-M GP sono le seguenti : AN-M64 da 500 libbre; AN-M65 da 1000 libbre e AN-M66 da 2000 libbre, successivamente, anche gli adattatori delle bombe d'aereo della serie AN-M furono modificati per montare le spolette idrostatiche.
Inoltre le tipologie di bombe in uso erano le seguenti : ad uso generale (GP); semi perforanti (SAP); perforanti (AP); di profondità (AS); a frammentazione (FRAG) e a caricamento speciale (GAS e INCENDIARIE)

il tutto lo potete trovare in queste libbrette : OP1664 (ed.1947, agg.1969); OP1280 (ed. 1942-ed.1945-ed.1957) ; TM 9-1980 (ed.1942-ed.1944-ed.1950);
TM 9-1325-200(ed.1966); TR 1370-G(ed.1930); TM 3-400(ed.1957).
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5254
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: 1000 libbre

Messaggio da Centerfire »

[264 clap
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Rispondi