Articolo su "Armi & Munizioni"

Munizioni fino a 20mm

Avatar utente
norby73
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 321
Iscritto il: 22/04/2005, 18:35
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto
Grazie Ricevuti: 2 volte

Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da norby73 »

[justify]Parto con una premessa:
di solito non amo criticare articoli o pubblicazioni perché credo che chi riesce a farlo compia sempre un'azione lodevole e chi lo fa nel campo delle munizioni, vedi il nostro Giovanni, data la carenza cronica di dati è da plaudire apertamente.
Detto questo prendiamo in esame l'articolo apparso questo mese sulla nuova rivista Armi & Munizioni, "Cartucce anticarro" nella sezione "Storia delle Armi" già la collocazione mi ha fatto storcere il naso, forse sarebbe stata più opportuna una sezione "Storia delle cartucce" ma comunque...
Nelle sei pagine dell'articolo si possono vedere delle meravigliose fotografie di un fucilone "Scotti Anticarro" su cui ci si potrebbero fare le bave ma, attenzione, a parte le didascalie nell'articolo non se ne accenna nemmeno e perché diavolo ce lo hanno messo in bella mostra se poi non se ne parla?
Altra cosa si prendono in considerazione una serie di cartucce cosiddette "anticarro" che hanno costellato la storia, dalle prime timide apparizioni durante la grande guerra alle ultime prodotte nei primi anni della seconda, in particolare una descrizione ha attirato la mia attenzione, quando si va a rapportare la famosissima 7,92x94 Panzerbüchse tedesca alla altrettanto famosa 7,92x107 DS Maroszek polacca, qui troviamo questa sorprendente affermazione "... La versione polacca è più anziana e nasce intorno al 1914, ....." a parte che nel 1914 la nazione polacca non esisteva ancora, nascerà solo nel 1919, ma il modello si chiama wz. 35 perché sviluppato tra la fine degli anni venti e i primi anni trenta e ufficialmente adottato in quell'anno come si può facilmente evincere dal libro "Polska amunicja strzelecka" di Grzegor Franczyk a pagina 28 (foto allegata)
Lodevole iniziativa questo articolo ma assolutamente sconclusionato e inconcludente a mio avviso.[/justify]
Maroszek2.jpg
Pod koniec at dwudziestych = Alla fine degli anni venti....... (tradotto con Google)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Pivi
Friends
Friends
Messaggi: 1659
Iscritto il: 17/01/2008, 18:30
Collezionista: Si
cosa: Solo Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tarcento-Friuli Venezia Giulia

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da Pivi »

Non ho mai letto "armi e munizioni" , comunque anche "armi e tiro" ha fatto un articolo lo scorso mese sul fucilone Scotti e con foto di varie cartucce anticarro ( scritto da Pettinelli,il che è una garanzia)

Se è l'articolo che penso io , hanno anche erroneamente scritto che lo scotti era camerato per la patrone 318 tedesca,il che non è esatto , visto che lo scotti era camerato per la 8 x 99 Scotti

Anche Pettinelli non sapeva questa cosa,ma non ha commesso l'errore di attribuire una cameratura sbagliata.Io ho subito mandato le info per completare l'articolo
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7224
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da Andrea58 »

La mia esperienza nel campo dell'editoria è minima ma credo che sia il classico errore "tipografico". Tutti noi pensiamo che chi scrive nel settore sia un esperto ma spesso gli articoli vengono corretti ed impaginati da persone che involontariamente commettono errori per la mancanza di conoscienza specifica stravolgendo gli articoli o peggio correggendoli. Una volta un conoscente mi chiese aiuto per la pubblicazione di schede di armi da tradurre dall'inglese. Queste schede erano state parzialmente già tradotte da una persona totalmente inesperta del settore. Avevamo perciò martello per cane e soffio indietro per blowback. Errore? No semplice ignoranza intesa come non conoscenza.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5254
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da Centerfire »

I miei amici mi hanno giusto regalato l'abbonamento a questa nuova rivista, tanto nuova che ne sono usciti solo 6 numeri!
Ho letto anceh io l'articolo incriminato e da appassionato di munizioni devo dire che non mi ha soddisfatto... anche senza avere la vostra conoscenza in materia non mi sembrava che la documentazione portata fosse esaustiva del settore e dettagliata a sufficenza. L'impressione è che fosse un'infarinatura tanto per chiarire un pò le idee su cosa si intendesse per munzione anticarro ma non molto di più!
Peccato perché le occasioni per riempire di articoli una rivista dedicata alle munizioni non mancano!
Mi auguro che in futuro "correggano il tiro" perché vorrei avere tra le mani una rivista interessante... [264
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
giovanni
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1989
Iscritto il: 22/04/2005, 1:08
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto - Padova - Italy
Grazie Ricevuti: 11 volte
Contatta:

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da giovanni »

Non è facle scrivere di munizioni e se non si hanno informazioni precise, si incorre nel errore di copiare dai testi esteri (spessissimo sopravalutati) o troppo vecchi e di dire qualche castroneria....
Se poi si scrive di qualche calibro mai descritto prima il problema diventa gigantesco e a volte insormontabile in assenza di esemplari da studiare
Anch'io sono rimasto basito da quanto scritto sulla nuova testata, e devo dire che l'articolo dell'amico Pettinelli è sicuramente molto più preciso e dettagliato , come del resto nel suo stile.
Lascio il beneficio del dubbio alla nuova rivista, che aspetto al varco quando tratterà calibri più complessi e grazie ai quali si potrà tastare con mano il livello di quanto verrà scritto
Un esortazione a tutti:
Studiate, cercate, non fidatevi di qunto è stato scritto negli anni passati , cercate conferme e documenti, studiate esemplari........ solo così si può comprendere a fondo il meraviglioso mondo delle munizioni...
Avatar utente
norby73
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 321
Iscritto il: 22/04/2005, 18:35
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto
Grazie Ricevuti: 2 volte

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da norby73 »

Pivi ha scritto:... visto che lo scotti era camerato per la 8 x 99 Scotti.....Io ho subito mandato le info per completare l'articolo
Pivi da queste tue affermazioni, mi sembrerebbe di capire che tu sei in possesso di informazioni sulla fantomatica cartuccia 8 x 99 Scotti, se così è perché non rendi partecipi anche gli utenti del nostro forum?
Avatar utente
Pivi
Friends
Friends
Messaggi: 1659
Iscritto il: 17/01/2008, 18:30
Collezionista: Si
cosa: Solo Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tarcento-Friuli Venezia Giulia

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da Pivi »

Ho pochissime informazioni a riguardo.La cartuccia è stata descritta in un articolo di Alessio Grimaldi , ma , non essendo l'autore in possesso di alcun campione , è stato pubblicato solo un disegno della stessa

La cartuccia 8 x 99 Scotti deriva per restringimento del collo della 13,2 x 99 Hotchkiss con bossolo in acciaio . Al bossolo così ottenuto è stata montata la palla di un 8 mm Breda perforante ( punta bianca) . L'unico marchio conosciuto è "S M I 4 1 "

Evidentemente lo Scotti è rimasto allo stadio sperimentale visto che gli Italiani hanno fatto uso dei Marozsek , dei controcarrto tedeschi,del Boys e dei cannoncini da 12,7 mm . Pettinelli inoltre scrive che l'Italia è stata tra i primi paesi a comprendere la scarsa utilità dei fucili controcarro , specialmente se impiegati sulle moderne ( per l'epoca) corazze

Questo è il disegno riportato sul testo di Grimaldi ( Bollettino ICCA - International cartridge collectors association , in seguito diventata IAA)
8x99mmScotti.png
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da fert »

ciao
la rivista è uscita in anticipo su armi e tiro di giugno, forse l'autore dell'articolo nonche direttore sapeva dell'ottimo articolo di Pettinelli sul fucile Scotti, ma non aveva documentazione sul pezzo e per non essere da meno ha inserito qualche foto dell'insolita arma.

dati sbagliati anche sul fucile controcarro tedesco in 13x92, sviluppato nel 1917, non nel 1913. cio che viene detto poi è altresi errato. lo sviluppo della cartuccia .318 deriva si dalla 13x92 della ww1, ma prima si è trasformata in 13x94, poi in 7.92x94 ( oppure .318)
[attachment=1]13 mm Patr IS Lsp.jpg[/attachment][attachment=0]Patr 318.jpg[/attachment]

Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Pivi
Friends
Friends
Messaggi: 1659
Iscritto il: 17/01/2008, 18:30
Collezionista: Si
cosa: Solo Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tarcento-Friuli Venezia Giulia

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da Pivi »

Ho dato un'occhiata veloce all'articolo stamattina in edicola. Ho trovato un altro madornale errore proprio nella foto di apertura. Credo che sia passato inosservato a voi militarologi. Quella che viene descritta come "458 Winchester magnum" è palesemente un'altra cartuccia. La 458 è diritta e col bossolo di soli 62 mm, quella in foto è bottleneck e più alta del 300 Winchester magnum. A occhio direi che si tratta di un 460 o un 416 Weatherby magnum

L'autore è Romanini , veramente strani tanti errori da parte sua vista la sua reputazione
Avatar utente
kanister
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 471
Iscritto il: 16/08/2007, 17:53
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Savona
Grazie Ricevuti: 3 volte

Re: Articolo su "Armi & Munizioni"

Messaggio da kanister »

Centerfire ha scritto:I miei amici mi hanno giusto regalato l'abbonamento a questa nuova rivista, tanto nuova che ne sono usciti solo 6 numeri!
[264
Ciao, è tanto nuova che ne sono usciti solo due numeri, nemmeno sei. Deriva comunque dall'unione di due vecchissime riviste, Diana Armi e Tac Armi, entrambe con anzianità ultra quarantennale.
Non le ho ancora lette in quanto sono in ritardo di quattro o cinque mesi nella "digestione" delle riviste che si accumulano sulla scrivania però, se permettete, un'idea su quanto scritto sulle riviste in genere me la sono fatta, ed anche da molti anni.

Prendiamo ad esempio le riviste citate:, alcuni numeri di quelli iniziali, usciti non dico quando imparai a leggere ma quasi, mi sembravano il non plus ultra delle conoscenze, tanto che quasi li studiavo a memoria.
Rivedendo oggi certi articoli, forse un po' per l'esperienza che mi sono fatto nel frattempo, li trovo incompleti e molto limitati, con notizie che definirei "da corridoio", senza riferimenti precisi e con clamorosi errori.

Cosa voglio dire con questo? Semplicemente che ognuno di noi ha un livello di conoscenze tale per cui per qualcuno quanto scritto è vangelo, mentre per altri può non valere la carta su cui è scritto.
ciao, g.u.
Rispondi