149 mm

Munizioni oltre 20mm

Piave

Re: 149 mm

Messaggio da Piave »

Anni fà trovai a vista ben 3 149 lunghi, bellissimi davvero !!!! Purtroppo li ho trovati sempre carichi, di quelli corti invece si trovano anche già aperti e quindi inoffensivi. :-)
Avatar utente
inge
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 124
Iscritto il: 03/12/2007, 14:03
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Emilia Romagna

Re: 149 mm

Messaggio da inge »

Dopo più di un anno ecco il mio shrapnell da 149 completato con la sua spoletta Mod.12, quest'ultima non è proprio in ottime condizioni e ha gli annelli in alluminio parecchio corrosi e uno pure rotto (incollato)... Ma per ora va bene così [257
... Magari quando ne troverò una migliore la sostituisco...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Inge
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: 149 mm

Messaggio da fert »

ciao
venuto bene.....siamo sempre in attesa dei marchi sul fondello e di quelli a vernice.
Avatar utente
TELLER67
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 239
Iscritto il: 27/01/2009, 21:50
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Venezia

Re: 149 mm

Messaggio da TELLER67 »

Centerfire ha scritto:Potrebbe essere anche come dici Fert... però la velocità di infiammazione della carica è superiore alle inerzie delle parti in movimento, c ivorrebbe un piccolo ritardo pirotecnico...
Certo che una colonna di esplosivo così lunga rischia l'impacchettamento al momento della partenza... il diaframma potrebbe anche servire ad impedire l'allontanemento dell'esplosivo dalla spoletta... [137
Grazie all'inserimento di inge del suo 149, ho potuto vedere anche quanto si diceva a riguardo il diaframma sul 149 "lungo".
L'inserimento di un diaframma circa a mezza altezza si era reso necessario per evitare l'arroccamento, ossia, come acutamente sospettato da Centerfire, l'eccessivo allontanamento della massa di esplosivo dal detonatore dovuto alla forza d'inerzia al momento della partenza del colpo.
Chiaramente non avrebbe avuto senso che il diaframma fosse stato messo lì per separare in due la carica e per farla esplodere in un "secondo momento", perchè la reazione esplosiva è talmente veloce che il tentativo sarebbe stato inutile.
Piuttosto, se l'esplosivo si allontanava troppo dal detonatore, questo non sarebbe stato più in grado di dare l'impulso giusto alla carica, determinando un brillamento parziale, incompleto.

Ciao
ermanno
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: 149 mm

Messaggio da fert »

ciao
trovo una perdita di tempo e denaro inserire un diaframma per tale scopo, sarebbe stato molto piu facile ed economico inserire uno zoccolo di legno sul fondello, piuttosto che costruire un diaframma in metallo ed avvitarlo.
Avatar utente
TELLER67
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 239
Iscritto il: 27/01/2009, 21:50
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Venezia

Re: 149 mm

Messaggio da TELLER67 »

Il tacco di legno in effetti veniva impiegato, ma su proietti più corti, con quantità di esplosivo inferiori.
Evidentemente mettere un tacco di legno alla base della cavità della carica di questo tipo di granata, non avrebbe evitato un eccessivo arroccamento.
A parer mio, ovviamente... [264

Ciao
ermanno
Avatar utente
inge
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 124
Iscritto il: 03/12/2007, 14:03
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Emilia Romagna

Re: 149 mm

Messaggio da inge »

Per i marchi a vernice sul bicchiere dovrebbero essere 149/12 e 149/35 anche se sono poco leggibili.
Sul fondello proverò a guardare anche se non è facile perchè ora che è chiuso dalla sua spoletta capovolgerlo o anche solo sdraiarlo vuol dire spostare il suo diaframma che è appoggiato dentro e non riuscirei più a sistemarlo con tanta facilità...
Inge
Avatar utente
inge
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 124
Iscritto il: 03/12/2007, 14:03
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Emilia Romagna

Re: 149 mm

Messaggio da inge »

Ma per quanto riguarda il vostro discorso del diaframma nella granata 149 allungata vorrebbe dire che questo grande proietto era riempito solo in punta di esplosivo? Da sotto il diaframma fino al fondello era un "tubo vuoto"?
Inge
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5253
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: 149 mm

Messaggio da Centerfire »

No Inge. Il diaframma serve a dividere in due parti l'intera carica di esplosivo riducendo la compressione che questo subisce durante la brusca accelerazione dello sparo. Se si comprime troppo la colonna si accorcia lasciando isolato il detonatore ed ottenendo, come ha scritto Teller, una parziale ed anomala esplosione del proietto.

fert ha scritto:ciao
trovo una perdita di tempo e denaro inserire un diaframma per tale scopo, sarebbe stato molto piu facile ed economico inserire uno zoccolo di legno sul fondello, piuttosto che costruire un diaframma in metallo ed avvitarlo.
Occorre vedere quanto si comprime la sostanza durante lo sparo! A meno che di non "precomprimerla" durante il caricamento dell'ogiva con dei rischi che sicuramente qualcuno all'epoca ha valutato...
Il concetto è simile a quello delle autocisterne che hanno il serbatoio diviso in più sezioni contigue per evitare che il liquido se ne vada avanti ed indietro con effetti disastrosi... [icon_246
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
TELLER67
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 239
Iscritto il: 27/01/2009, 21:50
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Venezia

Re: 149 mm

Messaggio da TELLER67 »

Credo che addirittura il caricamento preferito di quel tipo di granate fosse l'acido picrico, esplosivo con un carattere decisamente di m....! Non so se rendo l'idea.
Le granate venivano riempite con la carica in custodia, già preconfezionata e non per fusione direttamente nel bicchiere, primo perchè era sconsigliabile fondere questo esplosivo e secondo per evitare che a contatto con il metallo del bicchiere potesse creare dei sali, i "picrati", estremamente sensibili ad urti, sfregamento, calore...
Figurati se poi subiva un arroccamento di una certa entità...

Pensa a quante prove deve aver fatto la commissione d'artiglieria prima e durante la grande guerra per arrivare ad autorizzare questo tipo di esplosivo su una granata di questo tipo. E chissa che risultati disastrosi devono aver portato all'adozione di un diaframma del genere...

Ciao
ermanno
Rispondi