Curiosità su cartuccia giapponese

Munizioni fino a 20mm

Avatar utente
giovanni
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1989
Iscritto il: 22/04/2005, 1:08
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto - Padova - Italy
Grazie Ricevuti: 11 volte
Contatta:

Re: Curiosità su cartuccia giapponese

Messaggio da giovanni »

Ciao belli
il problema è un po' più complesso
Era prassi Giapponese di distruggere i depositi munizioni prima dell'ultimo assalto "banzai" o della resa (ben difficile)
Sulle isole, le caratteristiche delle munizioni Giapponesi , invero scarsine come tipologia di materiale, non le hanno certo preservate, anzi, sono spessissimo in condizioni pessime.
In Cina, e tutto il sud-est Asiatico in genere le munizioni Giapponesi sono state utilizzate come "ordinanza" tant'è che i Cinesi ne hanno prodotte milioni con i macchinari rimasti dopo la capitolazione e ancora alla fine degli anni '60 in Vietnam si usavano ancora cartucce 6,5 Arisaka....
Del resto "mal comune mezzo gaudio" dato che anche altri stanno scarseggiando....
Le Italiane spesso sono male considerate e se si valutassero le "tirature" ed "i rimasti" alcune dovrebbero essere carissime
persino le Russe "speciali" essendo state rifilate ad altri... nel tempo si sono esaurite
e questi sono solo degli esempi lampanti, la vedo male per chi vorrà iniziare una collezione con le militari, fra pochi anni a meno di sorprese eclatanti, sarà un bel casino
Del resto già ora spesso i pezzi interessanti costanon più dell'arma che le sparava...
ciao
Rispondi