Caricamento difettoso?

Munizioni fino a 20mm

Rispondi
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5256
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Caricamento difettoso?

Messaggio da Centerfire »

Spero di aver azzecato la sezione giusta, altrimenti pongano rimedio i moderatori...
Vorrei portare all'attenzione di coloro che si dilettano in ricarica ed uso di armi d'epoca un fatto capitatomi la settimana scorsa al poligono e che a tutt'ora continua a lasciarmi perplesso...
Antefatto:
Due settimane fà un frequentatore del poligono approfittando della mia rituale presenza del sabato nell'armeria della sezione mi mostra una sua recente aquisizione ed insieme una domanda. Ha ereditato da un'anziano parente un revolver cal. 8mm Gasser insieme ad una scatola di cartucce e vuole sapere se può provarlo allo stand di tiro.
Controllo l'arma che si presenta in eccellenti condizioni, pare uscita dalla scatola oggi, molto ben rifinita e curata nei particolari con uno scatto netto e pulito ed una doppia azione rotonda e priva di impuntamenti. La canna è pulita e con una rigatura intatta e regolare con 4 grossi intagli.
Le munizioni sono un paio di scatolette da 25 cadauna della Leon Beaux di Milano in condizioni quasi perfette...
Il mio consiglio è stato di non provare a fuoco un così bel pezzo e tantomeno consumare delle munizioni che di per sé sono già interessanti. Lo saluto con una passatina andante di olio che non rifiuto mai sulle armi che mi passano fra le mani.
Dopo mezz'ora mi ritorna con il revolver bloccato da un proiettile rimasto a metà del tamburo..... Risolvo il problema (mancata accenzione della polvere) e lo invito, se proprio vuole, ad acquistare munizioni recenti in armeria.
La settimana scorsa si ripresenta con una scatola di Fiocchi 8mm Gasser da 50 colpi (30 euro!!) e mi chiede se sono quelle giuste.
Io per sicurezza le confronto al calibro con una originale, controllo il cameramento e le indicazioni sulla confezione e gli dò il mio ok...
Invitato al "battesimo del fuoco" lo accompagno sulla linea di tiro e osservo da dietro le sue spalle l'azione di caricamento e sparo del primo colpo.
PAF!
Che caspita, fà meno rumore di una .22!
Invitato a provare camero un'altra cartuccia e con calma tiro il mio colpo: PAF!
Neanche un filo di rinculo! Perbacco, neanche un .22 corto si comporta così!
Preso dal dubbio guardo dentro la canna e vedo... il buio!
Mmmm... passo la bacchetta e TOC si ferma quasi in fondo! AHI!
Palla in canna!
Ritorno in armeria, calibro alla mano controllo la posizione, 35 mm di intoppo a 45 mm dal vivo di culatta, 2 palle in tandem!!!!
Piuttosto seccato per non essermene accorto al primo colpo mi faccio lasciare l'arma per risolvere il problema dopo essermi procurato il materiale adatto.
Con una barra diacciaio di 7mm opportunamente rivestita che entra di misura nella canna e con un traversino di alluminio appoggiato sul vivo di culatta inizio sabato scorso il mio lavoro di "sturamento".
Col martello da 300g non risolvo nulla, ritento con una mazzetta da 1250g e finalmente si muove qualcosa aiutato da spruzzate di sbloccante sopra e sotto.
Scopro che il primo tratto di 10/12 mm della canna non ha quasi rigatura. La palla che ho esploso io presenta ancora il fondello non rigato, la prima è diventata a suon di battere una wadcutter...
Controllo l'interno della canna dopo una buona pulita: perfetto, fortunatamente, nessun segno né di rigonfiamento né di segni del mio intervento.
Verifico le palle, il diametro del tratto rigato e di 7.9 mm, accettabile ma... la lunghezza nò!
Confrontata con una scaricata col cinetico risulta 8 decimi di millimetro più lunga!!!!
Inoltre sotto l'affumicatura dell'ogiva dovuta ai gas che l'hanno sopravanzata saltano fuori delle incrinature che fanno supporre l'ottone del mantello crudo come un vetro temperato. Sono disposte longitudinalmente e distribuite uniformemente intorno al naso della palla, mai visto una cosa del genere... mantelli deformati come gomme da masticare tanti ma fragili come porcellana ancora nò!
La cartuccia che ho scaricato rilascia una quantità di polvere a prima vista irrisoria per quel calibro ma non potendola pesare non azzardo ipotesi.
Vi è mai capitato qualcosa di simile?
Allego la foto dei quattro proiettili in oggetto.
Da sx verso dx: Leon Beaux, Fiocchi, 2° palla, 1° palla
Rispondi