81 mm M35 da esercitazione

Bombe da mortaio-Bombarde

Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: 81 mm M35 da esercitazione

Messaggio da Andrea58 »

wyngo ha scritto:...colorazioni e assemblaggio non sono indicativi...alcune ipotesi potrebbero essere le seguenti:
1: Bomba impiegata per addestramento in bianco e successivamente, alla dismissione dei materiali d'artiglieria, finita in magazzini polverosi;
2: Bomba impiegata per lezioni in aula a mortaisti o artificieri e successivamente dismessa e rottamata;
3: Bomba usata per esposizione in una caserma ormai chiusa e alienata a rottamatori.
Il corpo e il codolo possono essere stati assemblati da parti di risulta, come sembra dalle differenti colorazioni.
Non credo debba stupire che nel 1945 si producessero tale tipo di ordigni, in un paese che ha prodotto biplani in legno e tela, con due mitragliatrici anacronistiche, come il CR42, spacciandoli per caccia notturni, quasi fino alla fine della guerra... [1535
Ciao Francesco
Questa è cattiva però è la verità [142 [142
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: 81 mm M35 da esercitazione

Messaggio da wyngo »

... [1535 siamo il Paese di Guglielmo Marconi, di Alessandro Volta...avevamo il radar nel 39 e lo shnorkel nel 38, il motore a reazione di Campini nel 1940 ma per beghe burocratiche, fu secondo a volare poco dopo l'He178...ma l'essere italiani e per qualche maniera sentirsi sempre critici verso noi stessi e forse non avere la consapevolezza di essere comunque i pronipoti di Leonardo, ci ha portato sempre e a volte ci porta ancora, a sottovalutarci... [1535
Scusate l'escursus...Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Rispondi