Cordite - chiarimenti

Ricarica e calibrazione

Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5210
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 25 volte

Cordite - chiarimenti

Messaggio da OLD1973 »

Buongiorno amici,
mi rivolgo a Voi per avere una Vs. opinione su un argomento che da sempre mi incuriosisce: la cordite!
Al di la' che i fiammeggianti spaghettini sono molto belli da vedere...., [151 ma perché hanno avuto così tanto successo? Ovvero sulle piccole munizioni civili e militari, sino ai grossi calibri (pensiamo al propellente dei nostri 20 mm WW2 o ai "rotoli" di lasagne per i 70/15 da montagna.
E' vero che queste due ultime non sono propriamente Cordite, ma ne hanno quasi la stessa composizione chimica e quasi la stessa conformazione finale.
Insomma: la cordite mi pare poco dosabile in materia di costanza del peso del propellente, difficoltosa da inserire nei bossoli (quelli piccoli, almeno....), e anche il processo produttivo mi sempra piu' complesso al paragone delle sorelle granulari o in piastrelline: a ndava tagliata a misura a seconda del bossolo dove andava inserita, 303, vari bigbores civili, 380 Webley, e addirittura immaginate il mio stupore quando anni fa' l'ho trovata dentro ad un 6,5 cardano!!!! [argh [142
In piu', altro quesito: ma perché a separare la cordite dal proiettile troviamo sempre un dischetto di cartoncino? Mentre sui caricamenti granulari no? [137 Problemi di corrosione?
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da Andrea58 »

le polveri hanno un rateo di combustione che è tendenzialmente fisso ma che può essere variato variando la granulometria e la forma del propellente.
Se non ricordo male maggiore è la superficie e minore è la velocità iniziale di combustione.
Prendila per buona ma uno spaghetto di 1 cm di diametro impiegherà il doppio a bruciare di uno uguale ma con un foro centrale da 0,5 cm. Questo perchè la superficie di polvere esposta alla fiamma è maggiore.
Logico ma questo cambia le cose radicalmente quanto a produzione di gas propellenti. Più è veloce la combustione e maggiore sarà il picco pressorio.
Per tornare indietro nel tempo parliamo della polvere nera per l'avancarica. Nei cannoni si usava il "polverino" per l'innesco e la polvere a grana grossa (degli autentici grani della dimensione fino ad un pisello) per la carica di lancio. Questo per evitare l'esplosione della canna per il brusco innalzamento della pressione.
Quando poi l'inerzia del proiettile viene vinta non ha più importanza la che la pressione aumenti.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5210
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 25 volte

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da OLD1973 »

OLD1973 ha scritto:........6,5 cardano!!!! [argh [142
mi auto-cito per corregermi, volevo dire carcano, non era un nuovo tipo di trasmissione per la palla...... [142
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
stecol
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 2270
Iscritto il: 11/04/2007, 11:48
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: Roma
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 15 volte
Contatta:

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da stecol »

Pensavo ad un meccanismo ottenuto con palle sparate che si incastravano per i solchi della rigatura .... [rotola] [rotola] [rotola]
AMTT - Armi, Munizioni, Tecniche e Tattiche, tutto il resto .....

Murphy's Law of Combat Operations Rule 22: The easy way is always mined.
Murphy's Law of Combat Operations Rule 43: Military Intelligence is a contradiction.
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5253
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da Centerfire »

Andrea, il tuo ragionamento non fa una piega... senonché devi rigirarlo come un calzino! [icon_246
Maggiore è la superfice espostra e maggiore è la velocità di combustione con conseguente maggiore produzione di gas.
Va da se che occorre anche considerare che le pressioni dei gas nella camera di espansione degli stessi aumentano la velocità di combustione per cui la forma ed il trattamento superficiale dei grani devono essere accuratamente studiati.
Se ricordo bene (stavolta tocca a me sbilanciarmi....) la Ball Powder ha la superfice imbevuta di ritardante per rendere uniforme la produzione di gas durante la combustione della sfera...

Per colmo di ironia questo propellente venne realizzato per facilitare al massimo le operazioni di caricamento avendo un comportamento ottimale all'interno dei vari meccanismi di dosaggio, contrariamente alla Cordite... [264

Comunque anche io resto perplesso sui vantaggi di una simile geometria...
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da Andrea58 »

Centerfire ha scritto:Andrea, il tuo ragionamento non fa una piega... senonché devi rigirarlo come un calzino! [icon_246
Maggiore è la superfice espostra e maggiore è la velocità di combustione con conseguente maggiore produzione di gas.
Va da se che occorre anche considerare che le pressioni dei gas nella camera di espansione degli stessi aumentano la velocità di combustione per cui la forma ed il trattamento superficiale dei grani devono essere accuratamente studiati.
Se ricordo bene (stavolta tocca a me sbilanciarmi....) la Ball Powder ha la superfice imbevuta di ritardante per rendere uniforme la produzione di gas durante la combustione della sfera...

Per colmo di ironia questo propellente venne realizzato per facilitare al massimo le operazioni di caricamento avendo un comportamento ottimale all'interno dei vari meccanismi di dosaggio, contrariamente alla Cordite... [264

Comunque anche io resto perplesso sui vantaggi di una simile geometria...
Cavoli Riccardo me ne sono accorto adesso ma....lo lascio ad imperituro ricordo della vaccata detta.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5210
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 25 volte

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da OLD1973 »

Grazie a tutti per le Vs. considerazioni, eppure 'sta cordite non dev'essere così male come sembra, altrimenti non la avrebbero usata in campo militare dove, soprattutto in tempo di conflitto, la celerità di produzione era fondamentale!
Secondo voi esiste un testo o uno studio sulla Cordite? Anche in inglese andrebbe bene.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
patacchino
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 1177
Iscritto il: 12/09/2010, 11:31
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: modena

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da patacchino »

OLD1973 ha scritto: Secondo voi esiste un testo o uno studio sulla Cordite? Anche in inglese andrebbe bene.
Sicuramente.
Ma altrettanto sicuramente sarà gelosamente custodito negli archivi della British Army [213
Skype Me™!
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da Andrea58 »

Centerfire ha scritto:Andrea, il tuo ragionamento non fa una piega... senonché devi rigirarlo come un calzino! [icon_246
Maggiore è la superfice espostra e maggiore è la velocità di combustione con conseguente maggiore produzione di gas.
Va da se che occorre anche considerare che le pressioni dei gas nella camera di espansione degli stessi aumentano la velocità di combustione per cui la forma ed il trattamento superficiale dei grani devono essere accuratamente studiati.
Se ricordo bene (stavolta tocca a me sbilanciarmi....) la Ball Powder ha la superfice imbevuta di ritardante per rendere uniforme la produzione di gas durante la combustione della sfera...

Per colmo di ironia questo propellente venne realizzato per facilitare al massimo le operazioni di caricamento avendo un comportamento ottimale all'interno dei vari meccanismi di dosaggio, contrariamente alla Cordite... [264

Comunque anche io resto perplesso sui vantaggi di una simile geometria...
Ma sai che forse ho ragione io. Devo andare a controllare ma credo che il ragionamento possa essere che la fiamma ha sempre la stessa velocità ma varia il tempo in base al quantitativo di polvere da bruciare. Per capirci un kg brucia in x mentre mezzo in circa la metà del tempo. Ma mi faccio ardito e potrebbe essere che a parità di forma della polvere mezzo bruci in meno della metà del tempo. Devo andare a ragionare su queste elucubrazioni. [1334 [1334
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
berettofilo
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 630
Iscritto il: 04/09/2013, 14:33
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Artiglieria
Nazionalita: Altro
Località: Rapallo
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: Cordite - chiarimenti

Messaggio da berettofilo »

Andrea58 ha scritto:
Centerfire ha scritto:Andrea, il tuo ragionamento non fa una piega... senonché devi rigirarlo come un calzino! [icon_246
Maggiore è la superfice espostra e maggiore è la velocità di combustione con conseguente maggiore produzione di gas.
Va da se che occorre anche considerare che le pressioni dei gas nella camera di espansione degli stessi aumentano la velocità di combustione per cui la forma ed il trattamento superficiale dei grani devono essere accuratamente studiati.
Se ricordo bene (stavolta tocca a me sbilanciarmi....) la Ball Powder ha la superfice imbevuta di ritardante per rendere uniforme la produzione di gas durante la combustione della sfera...

Per colmo di ironia questo propellente venne realizzato per facilitare al massimo le operazioni di caricamento avendo un comportamento ottimale all'interno dei vari meccanismi di dosaggio, contrariamente alla Cordite... [264

Comunque anche io resto perplesso sui vantaggi di una simile geometria...
Ma sai che forse ho ragione io. Devo andare a controllare ma credo che il ragionamento possa essere che la fiamma ha sempre la stessa velocità ma varia il tempo in base al quantitativo di polvere da bruciare. Per capirci un kg brucia in x mentre mezzo in circa la metà del tempo. Ma mi faccio ardito e potrebbe essere che a parità di forma della polvere mezzo bruci in meno della metà del tempo. Devo andare a ragionare su queste elucubrazioni. [1334 [1334
Ciao a tutti, se posso aiutarvi, per quel che so e ricordo, cercherò di fare un po' di chiarezza sul fenomeno combustivo degli esplosivi da lancio: questi propellenti devono bruciare tramite una deflagrazione molto lenta (si fa per dire) generando una emissione di gas graduale e il più possibile costante evitando innalzamenti bruschi della pressione che potrebbero danneggiare il proiettile o addirittura la meccanica e ancor più gravemente provocare lo scoppio della canna dell'arma. Questa peculiarità (la lentezza di deflagrazione e la regolarità della stessa) è in buona sostanza quello che li distingue dagli esplosivi da lavoro o da rottura che hanno un comportamento notoriamente più violento e incontrollabile. Questa differenza viene resa possibile dai fabbricanti grazie ad una oculata scelta di componenti chimici impiegati per la produzione e dal loro stato fisico, cioè una ponderata suddivisione dei granuli quando la miscela è ancora allo stato colloidale. I granuli della polvere da lancio, (mentre essa è in stato colloidale, stato ottenuto tramite la gelatinizzazione dell'impasto che viene trattato con eteri ed alcooli) possono essere laminati e lavorati in modo da fargli assumere le forme più svariate: assomigliare a lunghi fili come la cordite per l'appunto, oppure cilindretti, sferette, piastrelle, anelli ecc. ecc.: la forma, le dimensioni , la densità dei grani costituisce quella che viene definita "granitura".
Ma la gelatinizazione della polvere produce una serie di importanti fenomeni: conferisce uniformità all'impasto che acquisisce grande coesione molecolare, impermeabilizza il composto, rendendolo praticamente insensibile alle variazioni atmosferiche ottimizzandone il rendimento, ne riduce l'infiammabilità e la vivacità della combustione ma soprattutto conferisce a ciascun grano di polvere tre importanti caratteristiche:
1) fa si che la combustione del grano avvenga per strati paralleli, dall'esterno verso l'interno, ovverosia il grano si trasforma in gas bruciando su tutta la sua superfice libera contemporaneamente e con pari velocità, mantenendo una forma simile a quella iniziale
2)La velocità di combustione aumenta col crescere della pressione
3) l'emissione dei gas derivanti dalla combustione è in funzione della superficie dei grani che stanno bruciando e della velocità di combustione
Ora, se siete sopravvissuti [1334 al solitario eloquio, e supponendo che tutti i grani di polvere si accendano pressoché contemporaneamente, (immaginate le lamelle tutte uguali e regolari di una polvere che iniziano a bruciare da sopra e sotto e su tutto il perimetro dello strato), in qualsiasi istante della combustione i grani residui conserveranno uguale forma e dimensione fatta eccezione per lo spessore che inizierà a diminuire progressivamente, fintanto che arrivati all'ultimo "strato" avverrà la diminuzione della superficie e conseguentemente la riduzione della produzione di gas.
La quantità dei gas prodotti, da un grano in ogni istante del suo processo di trasformazione è proporzionale alla superfice "s" che sta bruciando e ad un coefficiente "K" di proporzionalità che varia secondo la composizione chimica e la struttura fisica dell'esplosivo, ovvero la quantità di gas "Q" è data dal prodotto di K * s
Ne consegue che una granitura grossa di una stessa polvere ha sempre una combustione meno rapida rispetto ad una più fine la quale nel complesso dispone di una superficie di emissione di gas maggiore.... o no? [1495 [1334
Centerfire, per farti un esempio terra terra: prendi 50grammi di polvere e (non farlo per carità [204 ) li sbatti in un frullatore tritandoli più finemente di quanto sono in origine e provi a bruciarli insieme alla stessa quantità della stessa polvere in condizioni originali ti accorgerai subito che quanto ho esposto è vero! [icon_246
......Lo strano destino della pallottola, che bruciando nasce e bruciando muore......
Rispondi