ORDIGNI BELLICI

In questa area postiamo i nostri ritrovamenti

Rispondi
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da wyngo »

...grazie Old...ma il lavoro difficile è sul campo, quando magari trovi oggetti simili e devi lavorare velocemente ed in estrema sicurezza...credo che Aldo, anche in questo caso, ne abbia davvero dato una notevole dimostrazione, reagendo velocemente, correttamente e operando con tutti gli strumenti, anche i piu' moderni ed efficaci, quali le cariche lineari da taglio, che comunque porteranno ad un risultato all'altezza delle aspettative e mantenendo i livelli di sicurezza sempre altissimi.
...noi qui sulle stanze del Forum siamo bravissimi e competenti ma li', sul luogo del ritrovamento di un residuato, ci sono decisioni che vanno prese in tempi rapidi e senza sbagliare...quindi anche un ritrovamento che in un topic viene risolto in tre interventi da dieci righe, sul terreno, al CapoTeam, riesce a far drizzare i capelli (anche a chi non li ha piu' bastard )...sono piccoli casini ( come la presenza di una condotta di gas, acqua, elettricita') oppure ordigni vecchissimi ( palle di cannone o granate a bottone) o apparentemente fuori luogo ( rinvenimento di una bomba per bombarda da 240mm nelle campagne di Brindisi) che complicano molto le cose.
E questi sono solo alcuni degli imprevisti che possono toccare ad un Capo Team in operazioni di bonifica...d'altronde è un lavoro che si sceglie volontariamente, non viene assegnato d'ufficio e nella stragrande maggioranza dei casi lo si svolge con immensa passione e amore che sono inconcepibili e inspiegabili per un semplice cittadino...mi piace ricordare che in questi momenti si è consci di non poter e nemmeno di non dover sbagliare, di essere in quel posto per risolvere un problema serio e infine essere certi che quando tutto è terminato, nessuno ti ringraziera' o ti dara' una pacca sulla spalla.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5210
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 25 volte

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da OLD1973 »

wyngo ha scritto:...grazie Old...ma il lavoro difficile è sul campo, quando magari trovi oggetti simili e devi lavorare velocemente ed in estrema sicurezza...credo che Aldo, anche in questo caso, ne abbia davvero dato una notevole dimostrazione, reagendo velocemente, correttamente e operando con tutti gli strumenti, anche i piu' moderni ed efficaci, quali le cariche lineari da taglio, che comunque porteranno ad un risultato all'altezza delle aspettative e mantenendo i livelli di sicurezza sempre altissimi.
...noi qui sulle stanze del Forum siamo bravissimi e competenti ma li', sul luogo del ritrovamento di un residuato, ci sono decisioni che vanno prese in tempi rapidi e senza sbagliare...quindi anche un ritrovamento che in un topic viene risolto in tre interventi da dieci righe, sul terreno, al CapoTeam, riesce a far drizzare i capelli (anche a chi non li ha piu' bastard )...sono piccoli casini ( come la presenza di una condotta di gas, acqua, elettricita') oppure ordigni vecchissimi ( palle di cannone o granate a bottone) o apparentemente fuori luogo ( rinvenimento di una bomba per bombarda da 240mm nelle campagne di Brindisi) che complicano molto le cose.
E questi sono solo alcuni degli imprevisti che possono toccare ad un Capo Team in operazioni di bonifica...d'altronde è un lavoro che si sceglie volontariamente, non viene assegnato d'ufficio e nella stragrande maggioranza dei casi lo si svolge con immensa passione e amore che sono inconcepibili e inspiegabili per un semplice cittadino...mi piace ricordare che in questi momenti si è consci di non poter e nemmeno di non dover sbagliare, di essere in quel posto per risolvere un problema serio e infine essere certi che quando tutto è terminato, nessuno ti ringraziera' o ti dara' una pacca sulla spalla.
Ciao Francesco
[264 [146 clap clap clap
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 744
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 24 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da EOD ITALIANO »

wyngo ha scritto:...grazie Old...ma il lavoro difficile è sul campo, quando magari trovi oggetti simili e devi lavorare velocemente ed in estrema sicurezza...credo che Aldo, anche in questo caso, ne abbia davvero dato una notevole dimostrazione, reagendo velocemente, correttamente e operando con tutti gli strumenti, anche i piu' moderni ed efficaci, quali le cariche lineari da taglio, che comunque porteranno ad un risultato all'altezza delle aspettative e mantenendo i livelli di sicurezza sempre altissimi.
...noi qui sulle stanze del Forum siamo bravissimi e competenti ma li', sul luogo del ritrovamento di un residuato, ci sono decisioni che vanno prese in tempi rapidi e senza sbagliare...quindi anche un ritrovamento che in un topic viene risolto in tre interventi da dieci righe, sul terreno, al CapoTeam, riesce a far drizzare i capelli (anche a chi non li ha piu' bastard )...sono piccoli casini ( come la presenza di una condotta di gas, acqua, elettricita') oppure ordigni vecchissimi ( palle di cannone o granate a bottone) o apparentemente fuori luogo ( rinvenimento di una bomba per bombarda da 240mm nelle campagne di Brindisi) che complicano molto le cose.
E questi sono solo alcuni degli imprevisti che possono toccare ad un Capo Team in operazioni di bonifica...d'altronde è un lavoro che si sceglie volontariamente, non viene assegnato d'ufficio e nella stragrande maggioranza dei casi lo si svolge con immensa passione e amore che sono inconcepibili e inspiegabili per un semplice cittadino...mi piace ricordare che in questi momenti si è consci di non poter e nemmeno di non dover sbagliare, di essere in quel posto per risolvere un problema serio e infine essere certi che quando tutto è terminato, nessuno ti ringraziera' o ti dara' una pacca sulla spalla.
Ciao Francesco
GRAZIE Franceso, hai spiegato sinteticamente quale tensione sopportiamo durante un intervento, in effetti i pochi capelli che ho :lol: mi si sono sbiancati, e ringrazio anche OLD1973, sono io onorato di fare parte di questo forum che dopo 8 mesi considero anche mio, di aver incontrato persone appassionate che mi stanno insegnando cose di cui non ero nemmeno a conoscenza, dando anche io un piccolo contributo, a tal proposito anche se OT in anteprima comunico che ho iniziato una monografia sulle colorazioni delle granate di artiglieria a partire dalla 1^ guerra mondiale - tedesche/austroungariche, italiane, fino ai giorni nostri, NATO ed ex patto di Varsavia.
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5253
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da Centerfire »

Anche da parte mia, come penso da parte di tutti noi, un sentito ringraziamento per il gravoso compito che svolgete! [264

Certo che durante le ultime fasi del conflitto le industrie belliche tedesche hanno operato in presenza di massicci bombardamenti e scarsi approvvigionamenti di materiale e manodopera. Nulla esclude che anche i pezzi tecnicamente difettosi venissero forzatamente usati per supplire alle forniture richieste...

Questo complica ulteriormente il vostro lavoro sul campo. [1334
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
axel1899
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 875
Iscritto il: 03/03/2006, 18:51
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Lombardia

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da axel1899 »

Non è il mio campo ...
ma nel fare i miei complimenti a Aldo per la professionalità che continua a dimostrare , mi chiedo : in casi di ritrovamenti " anomali " come questo , durante , o dopo, ci si relaziona con i " colleghi " stranieri ?
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 744
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 24 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da EOD ITALIANO »

axel1899 ha scritto:Non è il mio campo ...
ma nel fare i miei complimenti a Aldo per la professionalità che continua a dimostrare , mi chiedo : in casi di ritrovamenti " anomali " come questo , durante , o dopo, ci si relaziona con i " colleghi " stranieri ?
Si Axel, dopo aver fatto il servizio fotografico, aver fatto una relazione tecnica, si invia il tutto al nostro CE-IED che provvederà ad inviare il tutto ad un centro in Inghilterra che ha una banca dati a livello internazionale, e tutto ciò che riguarda l'ordigno viene poi messo a disposizione dei Reggimenti Genio di tutti i paesi facenti parte della NATO.
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da wyngo »

Centerfire ha scritto:Anche da parte mia, come penso da parte di tutti noi, un sentito ringraziamento per il gravoso compito che svolgete! [264

Certo che durante le ultime fasi del conflitto le industrie belliche tedesche hanno operato in presenza di massicci bombardamenti e scarsi approvvigionamenti di materiale e manodopera. Nulla esclude che anche i pezzi tecnicamente difettosi venissero forzatamente usati per supplire alle forniture richieste...

Questo complica ulteriormente il vostro lavoro sul campo. [1334

Grazie per la considerazione e i complimenti Centerfire, fa bene sapere che c'è chi apprezza...

Sul crepuscolo della Germania in guerra invece, c'è molta disinformazione ma a volte ci sono delle verita' che potrebbero sorprendervi...
...purtroppo le industrie belliche tedesche hanno operato fino alla cattura delle stesse, da parte dei russi, senza nessun problema di sorta, men che meno manodopera e materiali , visto che il fronte era a pochi chilometri di distanza e i lavoratori stranieri coatti o addirittura in stato di schiavitu', non mancavano affatto.
...hanno prodotto carri armati, aerei a reazione e minisommergibili fino all'ultima settimana di guerra, per non parlare di bombe a mano, mine e Panzerfaust...ma ogni materiale veniva teutonicamente ispezionato e vi sono marchi di accettazione degli ultimi mesi di guerra...ma credo che di bombe d'aereo non ne usassero piu' gia' da mesi e quelle di cemento, (le Sprengstoffe Beton bombe o SBe da 50 e 250kg), ovviamente pochi sanno, furono prodotte solo ed esclusivamente all'inizio e non alla fine della guerra.
Tra l'Aprile ed il Giugno del 1940 ,presso lo stabilimento Betonwerk 2 di Rudersdorf, vennero prodotte oltre 2000 bombe SBe da 250kg e nel corso dello stesso anno ne vennero completate oltre 330.000 esemplari , includendo anche pezzi da 500kg ma in una relazione a firma di un ispettore della produzione, il Generale Marquardt, vennero considerate inaccettabili per il servizio.
La relazione le compara per efficacia al massimo alle bombe ordinarie in acciao da 50kg, sottolineando anche diversi limiti tecnici, tanto che scompaiono dalle pubblicazioni ufficiali ( L.Dv. 4200 Luftwaffe Air Dropped Weapons) gia' dal 1943...dove invece cominciavano i rovesci della Germania bellica...ma non sono mai state rimesse in produzione o riprese in servizio.
Invece delle ZC che nacquero esclusivamente per l'addestramento, ne vennero costruiti esemplari, identici alle bombe convenzionali, anche da 1800 kg.
Quindi le cose sono davvero diverse da come appaiono superficialmente...o a lettori appassionati della storia comune.
I lavori sul campo, spesso sono complicati dalla mancanza di informazioni ma questo stranamente non involve quelli sui materiali del teutonico alleato tedesco o degli Alleati ma pesa molto di piu' su quelli di casa nostra che molto spesso risultano sconosciuti...per tutto il resto i libri ci sono e anche numerosi, vanno solo consultati.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da Andrea58 »

Dopo aver visto le bombe dei marines con i nastri avvolti attorno mi viene un dubbio. Non sarà mica una modifica da campo??
Abbiamo solo quelle percui farcendole con un poco di esplosivo possono venire buone.
I tedeschi erano dei grandi riciclatori e consideriamo che hanno usato e modificato moltissimo del materiale accumulato.
Mi vengono in mente i 91 in 8x57 o almeno il tentativo di usarli, le bombette da mortaio francese da 50 trasformate in cluster, i fucili Mas francesi come i loro mitra. Ci si riempirebbe la pagina ad elencare tutto. Oltretutto alla fine erano diventati anche bravini a fare un uso alternativo del materiali disponibili. Mi viene in mente la foto del ponte a Firenze con le cariche intervallate dalle Teller o l'uso delle teste dei siluri navali come mine di fortuna.
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da fert »

Ciao Andrea,
cio che dici è vero, ma un conto è modificare un arma portatile un conto è modificare una bomba d'aereo. Qui c'è gente che da anni studia su questo materiale, e ne sente di cotte e di crude (soprattutto all'estero) su cio che i tedeschi hanno sperimentato e modificato. Fino ad ora le informazioni comuni e "ufficiali" sono quelle che dato wyngo ed il sottoscritto", poi se vogliamo ipotizzare tutto è ben accetto. [264
Avatar utente
axel1899
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 875
Iscritto il: 03/03/2006, 18:51
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Lombardia

Re: ORDIGNI BELLICI

Messaggio da axel1899 »

un (altra) domanda :
come ci è arrivata a Borgomanero ?
Rispondi