Info pulizia bossoli ww2

In questa area postiamo i nostri ritrovamenti

Avatar utente
StefanoL
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 104
Iscritto il: 14/09/2014, 12:20
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Oltre 20mm
Nazionalita: Tutte
Grazie Inviati: 1 volta

Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da StefanoL »

Buongiorno , vorrei un ' aiuto da voi , come mai pulendo dei bossoli tedeschi con aceto mi sono diventati rosa [213 [142 ? posso riportarli al colore naturale? grazie
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5210
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 25 volte

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da OLD1973 »

Ciao. Il rosa è il rame contenuto nella lega di ottone con cui sono formati i bossoli. Con l'andare del tempo e con l'effetto dei sali minerali disciolti nel terreno o a contatto con l'ossigeno dell'aria, il rame si ossida in maniera differente dall'altra componente dell'ottone, ovvero lo zinco, e crea delle aree di ossido verdastre. Tu con l'aceto hai rimosso la patina di ossido del rame ed hai portato alla luce il metallo nudo (il rame, appunto).
Quelle macchie di rame, per noi collezionisti, si chiamano "storia" [icon_246
Come puoi riportare il tutto al colore di ottone uniforme? Non puoi. Punto e basta.
A menochè non ricopri galvanicamente il bossolo oppure lo vernici con quelle vernici fatte per il modellismo, anche se mi sfugge il perchè tu possa desiderare un simile pasticcio carnevalesco.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
StefanoL
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 104
Iscritto il: 14/09/2014, 12:20
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Oltre 20mm
Nazionalita: Tutte
Grazie Inviati: 1 volta

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da StefanoL »

No no non intendo verniciare ma i bossoli rosa non si possono vedere , comunque solo 4/5 sono diventati rosa su 200 che ho lavati con aceto, come SEMPRE molto utile ;) grazie
Avatar utente
OLD1973
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5210
Iscritto il: 27/05/2010, 14:24
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Nessuno
Località: Milano
Grazie Inviati: 4 volte
Grazie Ricevuti: 25 volte

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da OLD1973 »

StefanoL ha scritto:No no non intendo verniciare ma i bossoli rosa non si possono vedere , comunque solo 4/5 sono diventati rosa su 200 che ho lavati con aceto, come SEMPRE molto utile ;) grazie
Prego, figurati.
Ma in che senso non si possono vedere? Pretendi di trovarli nuovi in un bosco dopo 70 anni sottoterra?
Le prossime volta prova col viacal (non quello di marca pero', io mi trovo benissimo con la sottomarca venduta nei discount, e non in gel! Quello liquido bianco, evita quelli blu o azzurrini), li lasci immersi da pochi istanti a pochi minuti, e poi pulisci con la spugnetta verde dei piatti o con una spazzola metallica fine fine con setole in ottone.
Old1973

Si vis pacem, para bellum.
Avatar utente
Andrea58
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 7223
Iscritto il: 02/03/2008, 14:36
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Cuggiono-Lombardia
Grazie Inviati: 8 volte
Grazie Ricevuti: 13 volte

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da Andrea58 »

StefanoL ha scritto:Buongiorno , vorrei un ' aiuto da voi , come mai pulendo dei bossoli tedeschi con aceto mi sono diventati rosa [213 [142 ? posso riportarli al colore naturale? grazie
Si possono riportare al colore naturale. Li passi con disco di feltro e pasta a brasiva. Il metallo superficiale se ne va e con lui il rosa.
Il problema degli acidi con le leghwe è che attaccano i metalli più deboli lasciando in superficie i più forti come il rame. (più forti a resistere all'ossidazione ed all'attacco degli acidi naturalmente)
Skype Me™! Draco dormiens nunquam titillandus
lo spirito di Cesare, vagante in cerca di vendetta, con al suo fianco Ate uscita dall'inferno, entro questi confini con voce di monarca griderà "Sterminio", e scioglierà i mastini della guerra
Avatar utente
giovanni
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1989
Iscritto il: 22/04/2005, 1:08
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto - Padova - Italy
Grazie Ricevuti: 11 volte
Contatta:

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da giovanni »

Per la pulizia iniziale io uso Cilitbang quello tappo viola che credo abbia cambiato colore nell'ultima versione, 4/5 minuti max, tanto olio di gomito e come straccio per strofinare vecchi asciugamani o accappatoi, puliscono 10 volte meglio
Quando non viene più via niente lo passo co un prodotto per rame e ottone della STAN home, altro olio di gomito e alla fine si un risultato che più di così è impossibile.
Personalmente evito tutti i mezzi meccanici o l'elettrolisi perché alterano, spesso in modo pesante, anche le dimensioni e/o le forme come ad esempio gli spigoli vivi.
Sono altrettanto contrario a non pulire affatto i pezzi spesso piccole ossidazioni con il tempo creano danni gravissimi .
Sulla ricolorazione personalmente penso che i pezzi devono restare "al naturale" capisco però quelli che obbiettano che anche i quadri vengono restaurati.
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5253
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da Centerfire »

Eh, bella domanda la tua... piccola piccola ma che richiederebbe un volume della Treccani per rispondere! [icon_246

Ogni pezzo vuole la sua tecnica, ogni metallo la sua procedura ed ogni livello di ossidazione il suo intervento, pensa un po te quante variabili entrano in gioco!

Se vuoi un lavoro accurato non puoi prendere un mezzo quintale di bossoli (per esempio) e trattarli tutti nello stesso modo, magari affogandoli in una stagna di acido. Ho visto delle cassettate di cartucce alle fiere pulite con questo sistema che erano un orrore, gridavano vendetta...
La cosa più bella che puoi fare se sono bossoli di scavo è mantenerne la patina perché come ti hanno già anticipato quella patina è la "storia" che ha reso interessante quel pezzo. Tirarlo a lucido come un pomello arrivando anche ad arrotondare spigoli è profilo equivale ad ucciderlo.

Dividi innanzitutto i due principali materiali, ferro ed ottone. Inizia per tutti e due con un lavaggio con sapone e spazzola finito con una buona asciugatura, magari sul termosifone.
Per i bossoli in ottone se non sono presenti ossidazioni profonde una leggera passata con la paglietta di acciaio fine (molto leggera, éh!) dovrebbe bastare a ritrovare il lucido del metallo senza snaturarlo.
Non usare la paglietta su pezzi in ottime condizioni, altereresti la superfice naturale del bossolo perdendo freschezza.
Tieni conto che i pezzi da scavo hanno risentito pesantemente dell'azione dell'umidità e del terreno che ha alterato lo strato superficiale della lega zinco-rame a scapito dello zinco che viene asportato. Questo genera le classiche macchie rosa create dal rame rimasto quasi puro. Inoltre ci possono essere depositi di calcare che inglobano altri materiali, anche pezzi di lamiera ferrosa se erano incassettate.
Se usi l'acido aspettati cose strane, è facile e poco impegnativo ma i risultati lasciano a desiderare.

Esempio su cartucce .30 M1
Stato del ritrovamento
30 M-1 01.jpg
Dopo l'intervento con l'acido
30 M-1 02.jpg
Sembra sano vero?
Sbagliato, il metallo è profondamente alterato e cristallizzato, come carta secca!
30 M-1 03.jpg

Pezzo simile pulito col cutter e la lente di ingrandimento, togliendo scaglia a scaglia, polverina dopo polverina senza fretta...
30 M-1 08.jpg
Risultato finale
30 M-1 07.jpg

E questo è solo la punta dell'iceberg! [264
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
lafucina
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 94
Iscritto il: 04/01/2014, 0:02
Collezionista: No
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Puglia

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da lafucina »

Personalmente sono molto contrario [204 alle pulizie troppo marcate che tolgono completamente il segno del tempo [142 ma se succede si può ripristinare una bella patina in pochi minuti [1495 . Basta preparare una soluzione di acqua acidulata con sciolto Fegato di Zolfo e poi immergere il pezzo per il tempo necessario a raggiungere il colore voluto [1334 . Posso garantirvi il risultato perché uso da molti anni questa soluzione per il restauro di strumenti scientifici antichi. Unico inconveniente [argh il Fegato di Zolfo disciolto puzza da morire di uova marce [17 [17
Avatar utente
mau-cesim
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 46
Iscritto il: 26/12/2012, 22:51
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: Toscana
Contatta:

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da mau-cesim »

Ciao

Che spessore di patina si ottiene con tale sistema ??
E' maneggiabile il pezzo dopo tale trattamento o si rischia di riscoprire il metallo?

Grazie

Ciao
Avatar utente
berettofilo
Sostenitore
Sostenitore
Messaggi: 630
Iscritto il: 04/09/2013, 14:33
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Artiglieria
Nazionalita: Altro
Località: Rapallo
Grazie Ricevuti: 1 volta

Re: Info pulizia bossoli ww2

Messaggio da berettofilo »

Ciao, ultimamente mi è capitato di dover ripulire un bossolo 30ADEN in condizioni spaventose, l'ho lasciato una notte a bagno in una soluzione di acido ossalico, il mattino seguente era diventato rosa come è capitato a te, ma dopo averlo strofinato un minuto con una spugnetta scotch-brite (quelle verdi che grattano un po') è ritornato uno splendore, appena arrivo a casa ti posto una foto.....
......Lo strano destino della pallottola, che bruciando nasce e bruciando muore......
Rispondi