Mortai rigati

Bombe da mortaio-Bombarde

Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 744
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 24 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: Mortai rigati

Messaggio da EOD ITALIANO »

OLD1973 ha scritto:
wyngo ha scritto:
OLD1973 ha scritto:Domandina, forse banale: le granate per i mortai rigati, sono (pre)rigate?
Se si, possono essere sparate solo con comando del percussore e non con percussore fisso e bomba a caduta in quanto la caduta della bomba nel tubo di lancio sarebbe rallentata dalle rigature ?

...tecnicamente non tutte le bombe da mortaio, per mortaio rigato, sono rigate...il piu' grande mortaio rigato per numeri di produzione, diffusione e per impiego, il 4,2 inch americano era rigato ma le bombe no.
Ciao Francesco
Occhio alla domandona: e a cosa serve una bomba liscia in una canna rigata?
"Prendeva" lo stesso? Era Paper-patched? [icon_246
Come da disegno la bomba da mortaio da 4,2 inch(107mm) alla base ha un piatto di pressione e un disco di rame (rotating disk), all'atto dello sparo
il piatto di pressione preme sul disco di rame facendolo dilatare, imprimendo cosi il senso rotatorio alla bomba cosi come scritto nel disegno allegato
Ciao Aldo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
. . . Fino alla fine
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mortai rigati

Messaggio da wyngo »

[110.gif ...la bomba live prima...e dopo... [icon_246 si puo' notare la banda in rame che prima era a filo di corpo bicchiere della bomba, poi risulta deformata ed intagliata nelle rigature.
Nam_Era_M335A2_4_2_Mortar_Illum_Round.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 744
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 24 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: Mortai rigati

Messaggio da EOD ITALIANO »

Ahahahah Wyngo in contemporanea abbiamo postato e detto le stesse cose. [264
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mortai rigati

Messaggio da wyngo »

[icon_246 sincronizzazione...
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5253
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: Mortai rigati

Messaggio da Centerfire »

Hei, a questo punto faccio le domande pure io, visto che ci sono! [17

Ho notato che il mortaio rigato ha dei codoli molto diversi rispetto al liscio, probabilmente perché la rigatura rende inutole la stabilizzazione con le alette di coda... ma dopo la partenza del colpo il tubo del codoletto s isepara dal corpo granata? (per le italiane, non per le americane che è un mozzicone solidale....)

Guardate come si divertono questi americani, addestramento a base di pizza, mi sà... bastard




Ma che ha da gridare questo, capite qualcosa? [137

Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
EOD ITALIANO
Friends
Friends
Messaggi: 744
Iscritto il: 14/03/2014, 21:04
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Altro
Nazionalita: Tutte
Località: TORINO
Grazie Inviati: 24 volte
Grazie Ricevuti: 11 volte

Re: Mortai rigati

Messaggio da EOD ITALIANO »

Centerfire ha scritto:Hei, a questo punto faccio le domande pure io, visto che ci sono! [17

Ho notato che il mortaio rigato ha dei codoli molto diversi rispetto al liscio, probabilmente perché la rigatura rende inutole la stabilizzazione con le alette di coda... ma dopo la partenza del colpo il tubo del codoletto s isepara dal corpo granata? (per le italiane, non per le americane che è un mozzicone solidale....)

Guardate come si divertono questi americani, addestramento a base di pizza, mi sà... bastard
Per quanto riguarda le bombe da mortaio (comprate o fabbricate su licenza) usate dal Nostro Esercito si, il codolo si stacca dalla bomba, cosa che succede anche nelle vecchie bombe da mortaio PEPA. Ho fatto assistenza ad alcune scuole tiro mortai, sempre piacevole vederli in azione :lol:
Ciao Aldo
. . . Fino alla fine
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mortai rigati

Messaggio da wyngo »

Centerfire ha scritto:Hei, a questo punto faccio le domande pure io, visto che ci sono! [17

Ho notato che il mortaio rigato ha dei codoli molto diversi rispetto al liscio, probabilmente perché la rigatura rende inutole la stabilizzazione con le alette di coda... ma dopo la partenza del colpo il tubo del codoletto s isepara dal corpo granata? (per le italiane, non per le americane che è un mozzicone solidale....)

Guardate come si divertono questi americani, addestramento a base di pizza, mi sà... bastard




Ma che ha da gridare questo, capite qualcosa? [137

...beh, gli americani hanno in servizio nella stragrande maggioranza mortai ad anima liscia e i video che hai postato ne sono la riprova... [icon_246
http://www.youtube.com/watch?v=9U97MezTTV4
Questo è uno dei nuovissimi M327 rigati da 120mm , appena consegnati ai Marines, che puo' impiegare sia il munizionamento per mortai ad anima liscia che quello previsto per quelli rigati...una grossa invenzione che permette di impiegare ogni tipo di munizionamento disponibile, in maniera efficace e flessibile.
...alla partenza della bomba da mortaio rigata, ma dopo una distanza di sicurezza, il codolo, dopo aver assolto alla funzione primaria dell'ignizione(carica fondamentale) e della partenza (cariche aggiuntive) si separa dal corpo bomba...cosa che nei mortai ad anima liscia, non accade.
Gli ordini vengono urlati dal capo-pezzo e ripetuti dai serventi, per essere sicuri della corretta esecuzione, tenendo presente che il personale ha protezioni contro il rumore permanentemente indossate, per motivi ovvi...
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mortai rigati

Messaggio da wyngo »

...nei cicli di fuoco intensi, la canna oltrepassa la temperatura detta di autoignizione, dove inserire una bomba completa in canna equivale a rischiare una partenza prematura o perdere un'arto da parte del servente...in questo caso è stato fortunato, ha rimosso molto rischiosamente la bomba dalla canna e le cariche si sono accese solo fuori, per la forte temperatura, prima che la fondamentale le avesse innescate.
Principalmente accade per colpa delle temperature torride dell'Iraq, dove è stato girato probabilmente il video, dove i cicli di fuoco normali, anche per un mortaio ad anima liscia, erano considerati cicli di fuoco sostenuti...con tutte le problematiche del caso...e non dimentichiamoci che si' stavano filmando, ma tiravano da interno base (chiaramente) , bombe non da addestramento ma ad alto esplosivo e magari rispondendo ad un attacco razzi o mortai degli insurgents...in quei casi ci sono altre priorita'.
Ciao Francesco
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5253
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Re: Mortai rigati

Messaggio da Centerfire »

Filmato interessante! [264

Si vede bene che dopo la partenza del colpo la bocca da fuoco vibra come un diapason suonando altrettanto bene! [icon_246

In alcuni casi si riesce a vedere il codolo che abbandona la canna una frazione di secondo dopo la granata...

Mi meraviglio che il pezzo rimanga ancora collimato dopo lo scossone che prende alla partenza. [1495

Così come vedere il tubo della canna con tutte quelle scanalature mi fa pensare a cosa accadrebbe in caso di terriccio od urti con metalli o pietre... [1334
Se lo hanno adottato così diffusamente è segno che funziona comunque. [icon_246
Io (ne) ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.
Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione;
e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia.
È tempo di morire. (Blade Runner)
Avatar utente
wyngo
Super Moderatore
Super Moderatore
Messaggi: 1817
Iscritto il: 05/08/2009, 12:27
Collezionista: No
cosa: Nessuno
range: Nessuno
Nazionalita: Tutte
Località: ITALIA

Re: Mortai rigati

Messaggio da wyngo »

...è un'arma di saturazione aerale...rimane collimata approssimativamente ma ogni sessione minima di colpi sparati, il capo-pezzo riallinea l'arma alle coordinate originarie...le scanalature hanno anche la funzione di dissipare piu' velocemente il calore, come le alette di un radiatore.
Il codolo spento cade circa entro un centinaio di metri dalla volata della canna, è una zona di sgombero assoluto, dato anche il peso del pezzo non indifferente.
L'arte è scienza, non si improvvisa e non si accontenta di qualunquistiche e superficiali approssimazioni, anzi richiede un duro e sistematico lavoro.

Leonardo da Vinci
Rispondi