Parchi , giardini, monumenti & C.

Munizioni oltre 20mm

Rispondi
Gianfranco

Messaggio da Gianfranco »

Posto alcune foto di un Obice da 105/22 mod.14/61 posizionato a Modane(Francia)sulla sommità del rilievo che ospita l'Opera Maginot di Saint Gobain.[ciao2]Gianfranco

Targhetta identificativa del pezzo
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
ciofatax

Messaggio da ciofatax »

Ah bene...un cannone italiano è pure finito in Francia...
Hetzer

Messaggio da Hetzer »

....e beh...come recita l'antica canzoncina...
"Ciccio bombolo cannoniere con tre buchi nel sedere.........."....[:X][:X][:X]....
...di nuovo complimenti per le belle foto postate, verrebbe voglia di mettersi in divisa REI e partire per una bella serie di foto...rievocative!!!!..

Un saluto
Marmotta

Messaggio da Marmotta »

A proposito di cannoni italiani in Francia, un 47/32 si trova in Corsica.
Questo è il link che ho trovato
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
ciofatax

Messaggio da ciofatax »

In questo caso sarà un pezzo rimasto lì dopo che, aiutati i Francesi a cacciare i Tedeschi,ci hanno dato un rapido calcio in c..o e ci hanno detto di tornarcene in Sardegna, mollando tutti gli armamenti pesanti.[II]
Fabrizio Frassica

Messaggio da Fabrizio Frassica »

ciofatax ha scritto:
In questo caso sarà un pezzo rimasto lì dopo che, aiutati i Francesi a cacciare i Tedeschi,ci hanno dato un rapido calcio in c..o e ci hanno detto di tornarcene in Sardegna, mollando tutti gli armamenti pesanti.[II]
e si sono anche sbrigati a farsi ridare i carri somua 35 basati in sardegna...
Hetzer

Messaggio da Hetzer »

Sono stato in Corsica nel 1992/93...a Bonifacio, è un posto stupendo, pieno di bunker, postazioni, forti.....etici etici...oltre che un bellissimo mare!!!..su una guida vidi che in un paese all'interno (Corte???) è conservato un Pak40 a mò di monumento...ma purtroppo l'italico elefantino mi è scappato...
Ho chiesto diverse volte a mio padre la storia dei carri in Sardegna, ma lui mi ha sempre riferito di nn averne mai visto uno!!
Un carissimo amico di mio padre, il povero Virginio, combattè in Corsica nella Cremona contro i tedeschi, fece poi parte del gruppo di combattimento Cremona, tutte le volte che si incontravano lui e mio padre erano fuoco e fiamme: il mitico Virginio accusava mio padre e il generale Basso di nn aver fatto nulla per contrastare i tedeschi in Sardegna così poterono confluire quasi del tutto indisturbati in Corsica, provocando altri lutti ai soldati italiani.
Mio padre ovviamente contrattaccava le accuse infervorato accusando gli alti comandi italiani della mancata reazione delle truppe italiane, già peraltro schierate sulla strada della ritirata tedesca...ed erano ripeto fuoco e fiamme......

Un saluto
ciofatax

Messaggio da ciofatax »

<font color="red">Quanto segue non ha a che vedere con l'oggetto di questo topic, e me ne scuso.</font id="red">

La prima medaglia d'argento post 8 settembre è il sergente BAVARO, ferito gravemente durante gli scontri a Ponte Mannu, a nord di Oristano.
Faceva parte del 132° Rgt Costiero.
Anche su quell'episodio gravano ancora oggi dubbi ed ombre, con elementi tedeschi a nord e a sud del ponte, che sparacchiavano contro i nostri, posti a difesa della spalla nord (dove ancora oggi c'è il fortino).
Comunque il Gen. Antonio Basso, nel 1940-43, fece DI TUTTO E DI PIU' per munire efficacemente la Sardegna contro sbarchi nemici, ma si trovò impacciato a doversela vedere con la presenza "in casa" della 90^ tedesca, che aveva intrecciato forti vincoli di cameratismo con gli italiani e buoni rapporto con le popolazioni locali. Risolse la questione con un accordo FRA GENTILUOMINI, che fu sostanzialmente rispettato. <font color="red">Mi addolora pensare come, ancora oggi, molti Sardi della cosiddetta èlite culturale abbiano astio verso Basso quando, secondo me e studiate le carte d'archivio,a lui e al Gen. Mario Caracciolo di Feroleto dovrebbero fare un monumento.</font id="red">
<font color="blue">I Somua c'erano, erano poco più di 30, nella zona di Dolianova (CA). Di questi Somua si parla sempre e dovunque manco fossero stati dei Tigre... tecnicamente erano mezzi-rottami già nel 1940, figuriamoci nell'estate 1943.</font id="blue">
[ciao2]
ciofatax

Messaggio da ciofatax »

Cannoni italiani in Francia...cannoni Alleati nel sud Sardegna.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Hetzer

Messaggio da Hetzer »

Daniele, sono d'accordo con quello che dici, l'aver evitato lo scontro con i tedeschi ha evitato peggiori sciagure alla popolazione sarda...e ai nostri fanti, male armati ed equipaggiati. Affrontare i "signori della guerra" con qualche cannone obsoleto e fucili '91 penso nn avrebbe ne rallentato ne in ogni modo fermato l'esodo tedesco dalla Sardegna.
Mio padre mi ha raccontato - e qui dopo chiudo per nn andare troppo ot - che quando le truppe tedesche erano ormai quasi del tutto imbarcate a Santa Teresa di Gallura fu dato loro l'ordine di attaccare....ma arrivati nei pressi del punto d'imbarco furono investiti dal fuoco preciso e micidiale di mitragliatrici e mitragliere da 20mm poste alla difesa del porto. I nostri risposero al fuoco coi 91 "ma più per provare a sparare col fucile..." racconta mio padre. Finiti i colpi nelle giberne se la diedero a gambe, aspettando che l'ex alleato terminasse le operazioni d'imbarco. Sul molo però rimase molto materiale che nn fu imbarcato...

Belle le due foto del cannone Daniele.....la sporta azzurra però la potevi pur togliere!!!!...[:D][:D]....

Un saluto
Rispondi