bossolo 6,5x 52 M-Cda identificare

Munizioni fino a 20mm

Rispondi
avio

bossolo 6,5x 52 M-Cda identificare

Messaggio da avio »

Complimenti a Giovanni per l'ottimo lavoro sulla munizione M-C 6,5x52. Ultimamente mi è capitato un bossolo che io stesso ho scavato che non risulta nella scheda, vi invio foto per identificarlo ciao Gabriele .
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
Aorta10
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 1214
Iscritto il: 09/10/2005, 10:15
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Emilia Romagna
Grazie Ricevuti: 2 volte

Messaggio da Aorta10 »

Ciao,non è un 6,5x52(Italiano)ma un 6,5x54 Greco del 1936 puoi vedere la differenza di altezza avvicinandoli...
avio

Messaggio da avio »

Ho avvicinato i due bossoli e efettivamente qello che ho postato io e leggermente più alto dei 91 in mio possesso,mi domando cosa ci faceva assieme a tutti i bossoli che ho scavato [vedi ritrovamenti avio]ciao e grazie Gabriele.
Avatar utente
kanister
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 471
Iscritto il: 16/08/2007, 17:53
Collezionista: No
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Solo Italiane
Località: Savona
Grazie Ricevuti: 3 volte

Messaggio da kanister »

Ciao Avio, se lo hai trovato nello stesso posto dei 7,5 francesi potrebbe essere stato utilizzato dai partigiani in un fucile mitragliatore Hotchkiss 1926, che evidentemente ha fatto molta strada, pensa che partito dalla Francia è arrivato un Italia passando per la Grecia ed era appunto in 6.5 x 54. Era alimentato tramite lastrine e quindi non cercare nastri. Esistono diverse foto di quest'arma in mano ai partigiani del ponente ligure.
A parte questo esistevano anche diversi fucili in questo calibro, però di questo lascio che ne parlino gli esperti.
Ciao
avio

Messaggio da avio »

Grazie della tua emerita risposta,mi domando cosa ritroverò ancora in quella zona?Se per caso c'è un forumista metaldetectallaro delle mie parti,mi può contattare per fare qualche spazzolata con me e "risolvere l'enigma"ciao a tutti e grazie Gabriele. PS anche tu Kanister visto che abiti vicino alla mia zona sei invitato!
Avatar utente
Pivi
Friends
Friends
Messaggi: 1659
Iscritto il: 17/01/2008, 18:30
Collezionista: Si
cosa: Solo Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tarcento-Friuli Venezia Giulia

Messaggio da Pivi »

Esatto,6.5 x 54 mannlicher schoenauer prodotto dalla Greek Powder & cartridge Co. nel 1936.Le lettere della fabbrica si possono trovare in varie grafie.E e "K" ai lati sono la prima e l'ultima lettera dell'alfabeto greco

Pivi
Avatar utente
norby73
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 321
Iscritto il: 22/04/2005, 18:35
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto
Grazie Ricevuti: 2 volte

Messaggio da norby73 »

Pivi non so dove tu abbia letto che E e "K" (sigma) siano la prima e l'ultima lettera dell'alfabeto greco, (guida per l'identificazione delle cartucce del Corsi ?) ma è un errore clamoroso perché sono la prima e l'ultima lettera della parola ELLAS (GRECIA).
Per inciso alfa e omega sono la prima e l'ultima lettera dell'alfabeto greco

ciao
Avatar utente
Pivi
Friends
Friends
Messaggi: 1659
Iscritto il: 17/01/2008, 18:30
Collezionista: Si
cosa: Solo Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Tarcento-Friuli Venezia Giulia

Messaggio da Pivi »

Si,esatto proprio sul Corsi.Grazie della dritta.Aggiungerò un appunto all'ennesimo errore riportato su quel libro.
Ho elenchi di marchi di varia provenienza,ma solo lì c'è la spiegazione (sbagliata) delle lettere....
In effetti se non sbaglio l'omega dovrebbe essere il simbolo degli ohm in elettronica e l'alfa è ox più o meno.Sono andato a occhi chiusi...

Pivi
Avatar utente
norby73
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 321
Iscritto il: 22/04/2005, 18:35
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Veneto
Grazie Ricevuti: 2 volte

Messaggio da norby73 »

Il libro del Corsi è stato uno dei pochi a cui si poteva fare riferimento negli anni novanta.
Purtroppo, e qui non me ne voglia l'autore, è la copia di un lavoro precedente in lingua inglese di cui riporta pedestremente anche dei grossolani errori come questo.
Rispondi