BF 109 F-4 Trop

Munizioni oltre 20mm

Cpl_Cippa_Lippa

Messaggio da Cpl_Cippa_Lippa »

Ottime spiegazioni!
Sì, infatti Marseille era un asso eccezionale, non ce ne sono stati altri in grado di eguagliarne le prestazioni in combattimento aria-aria.
Essere decorati con la Croce di Cavaliere con Fronde di Quercia, Spade e Diamanti a 22 anni....incredibile.
E da notare il fatto fondamentale che tutti i 158 aerei abbattuti erano britannici, non si trattava di fare il tiro al "piccione" sovietico.
Gotic Line Alarico

Messaggio da Gotic Line Alarico »

Fert hai colto nel segno, le 30 mm il pfeil le poteva montare anche in gondole subalari, considerate che l'aereo non ha mai combattuto arrivò troppo tardi,il cannone da 20 mm sul me 109 passava si nel riduttore ma non attraverso l'albero motore altrimenti segava le bielle mentre sparava, il DB era montato con le teste in basso, quindi il v rovescio dei cilindri conteneva all'interno l'arma che poi spuntava attraverso il riduttore, le gondole con armi da 20 mm nel fine guerra le montavano sia il Bf che altri per aumentare la potenza di fuoco contro le formazioni di bombardieri alleati, Marseille è stato ricordato con un articolo in aerei nella storia( o una serie simile)tipica nella guerra nel deserto la kubel personale con la scritta otto sulle fiancate, credo riferita alle sue vittorie in un giorno, precipitò se non erro, mentre cercava di rientrare con l'aereo danneggiato.Quoto Cpl Cippa Lippa i suoi abbattimenti erano a danno degli "occidentali"
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Messaggio da fert »

ciao,
ulteriore correzione, l'armamento del prototipo era di 2 MG 151/15 in 15mm a cavallo del motore, e di un 30mm mk 103 nel motore sparante dal mozzo dell'elica, fino a 500 kg di bombe questa era la versione caccia bombardiere.
la versione caccia, diurno e notturno era allestita con 2 MG 151/20 a cavallo del motore ed un MK 103 nel motore saprante dal mozzo dell'elica. l'armamento poteva essere incrementato con altri 2 cannoni da 30mm aggiunti nelle radici alari, ma non in gondole come le altre installazioni. questa era particolare inquanto i cannoni ruotavano completamente ed uscivano fuori al di sotto delle ali per la manutenzione.

riguardo a marseille non conosco il motivo della scritta otto sulla kubel, ma dalle foto immagino sia riferito ad un nome non al numero.inoltre di vittorie in un giorno ne ebbe di piu, 1 settembre 1942, 17 vittorie in 3 missioni nello stesso giorno. altra impresa fu quella dei 6 aerei in 11 minuti.. erano curtiss P-40 del 5° squadrone sud africano.

30 settembre 42, 482a missione di guerra, incontra la morte in un banale incidente.
a causa dellarottura di una tubazione dell'olio, fu costretto a lancaiarsi. urtò la deriva dell'aereo prima che il paracadute si aprisse. venne sepolto nel deserto a 22 anni.
Peo

Messaggio da Peo »

La scritta OTTO sulle fiancate della Kubel era stata fatta dagli amici italiani della Regia Aeronautica il giorno nel quale per la prima volta abbattè otto aerei nemici.
La causa della morte di Marseille è stata proprio causata da una rottura di un manicotto del'olio del suo nuovo Bf 109 G-2 Trop durante una missione sulle linee nemiche.
Il denso fumo non gli permetteva di respirare e tanto meno vedere; cercò di rientrare nelle linee amiche ma una volta raggiunte aveva solo 200 metri di quota.
Non potè inclinare il caccia prima di lanciarsi e impattò con un fianco sulla deriva, perse i sensi e il paracadute non si aprì.
Sul luogo dell'impatto gli italiani eressero una piccola piramide di pietra.

[ciao2]
Avatar utente
Centerfire
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 5257
Iscritto il: 01/08/2005, 12:11
Collezionista: Si
cosa: Militari e Civili
range: Fino a 20mm
Nazionalita: Tutte
Località: Firenze - Toscana
Grazie Inviati: 1 volta
Grazie Ricevuti: 16 volte

Messaggio da Centerfire »

Molto interessante l'armamento del Bf 109!
Chissà come scuoteva mentre cannoneggiava!!!
Peo... non farmi passare il cannone attraverso la bancata dell'albero a gomiti che mi fai venire la pelle d'oca da meccanico!
Il riduttore di giri spostava l'asse dell'elica dalla linea di quello a gomiti e consentiva così tramite un ampio foro nella corona di trasmissione il passaggio della robusta canna del cannoncino.
Se poi le eliche erano a passo variabile per farci passare e funzionare tutti quei meccanismi erano veramente dei maghi!!!!

Poi dicono che le guerre non servono a nulla, i progressi tecnologici più eclatanti si sono manifestati proprio in questi casi!!!
Oddio, se ne potesse fare a meno, più che volentieri...
Peo

Messaggio da Peo »

Centerfire pensandoci hai ragione visto che appunto si tratta di un albero a gomiti o a collo d'oca ma questo mio errore deriva dall'averlo letto da qualche parte...ma forse ho confuso l'asse dell'elica con...
Erano veramente dei maghi nel costruire quei motori considerando anche la precarietà delle officine magari in grotte o gallerie come nell'ultimo periodo di guerra!
Mi chiedo come mai i nostri caccia che montavano lo stesso motore, poi costruito su licenza dalla Alfa Romeo (si chiamava Tifone),non abbiano mai montato il cannone coassiale...all'elica![ciao2]
Avatar utente
fert
Direttivo
Direttivo
Messaggi: 2910
Iscritto il: 15/05/2006, 14:05
Collezionista: Si
cosa: Solo Militari
range: Artiglieria
Nazionalita: Tutte
Località: Umbria
Grazie Ricevuti: 15 volte

Messaggio da fert »

ciao
la discussione sta prendendo una piega diversa dal titolo, ma va bene lo stesso, cippa non se la prendra spero.
il primo aereo ad avere un cannone nel muso fu il caproni 335, che montava un 20mm hispano suiza, frutto di una collaborazione italo belga nel 1937.
con le forniture di motori daimler benz db 605a vennero sviluppate nuove soluzioni, il fiat g55 con 1475cv ed una velocità di 620km/h montava 2 12.7mm breda safat sopra il motore, un mg 151/20 nel motore e 2 nelle ali, lo stesso valeva per il reggiane 2005, armamento di tutto rispetto....
davide

Messaggio da davide »

Attenzione che l'armamento dei caccia tedeschi, e del BF 109/me109, era molto variabile a causa dei varie modifiche Rustatze (conversione campale del sistema d'armamento).
Comunque le prime serie del BF 109F erano armate con due MG 17 cal. 7,92 x 57 sincronizzate e con due MG/FF da 20 mm. Dalla sottoserie F 3 i due canoni alari MG/FF vennero sostituiti con un cannone motore (cioè con canna nell'asse del motore) MG 151/15 da 15 mm prima e da 20 mm dalla sottoserie F 4. Sempre dalla F 4 una fonte diche che le mg 17 furono sostituite da due mg 151715,ma a pare timprobabile caisa peso e dimensioni armi. Con il sistema Rustatze si aggiunsero anche due MG 151/20 subalari. le versioni da ricognizione fotografica erano però armate conb le due sole mitragliatrici MG 17.
Quanto sopra è una sintesi, sia ben chiaro.
Ciao a tutti
davide

Messaggio da davide »

Mi permetto di correggerti: i nostri caccia RE 2005, G55 e C205 N avevano il cannone motore (cioè il cannone coasiale al motore) ed era propia un MG151/20. L'assirdo è che il C 202 si acconytentasse delle nostre due tradizionali BREDA SAFAT da 12,7 che pesavano (insieme) quanto un MG 151/20 che le avrebbe egregiamente sostituite. Ma il conservatorismo (ottusità, direi io) e soprattutto la burocrazia italiche erano (e sono) nemici temibili dell'innovazione.
Ciao

Peo ha scritto:
Centerfire pensandoci hai ragione visto che appunto si tratta di un albero a gomiti o a collo d'oca ma questo mio errore deriva dall'averlo letto da qualche parte...ma forse ho confuso l'asse dell'elica con...
Erano veramente dei maghi nel costruire quei motori considerando anche la precarietà delle officine magari in grotte o gallerie come nell'ultimo periodo di guerra!
Mi chiedo come mai i nostri caccia che montavano lo stesso motore, poi costruito su licenza dalla Alfa Romeo (si chiamava Tifone),non abbiano mai montato il cannone coassiale...all'elica![ciao2]
Rispondi